Totò e Vicé. 1993. Foto Rita Cricchio. Archivio privato di Franco Scaldati

Totò e Vicé. 1993.

Totò e Vicé. 1993.
regia Antonella Di Salvo e Franco Scaldati
scene Blasco Pitruzzella
costumi Laboratorio Femmine dell’Ombra
consulenza musicale Gennaro Fucile
con Gaspare Cucinella, Antonella Di Salvo, Melino Imparato, Lucia Restifo Pecorella, Vito Savalli, Franco Scaldati
produzione Laboratorio Femmine dell’Ombra
Gibellina, XII Edizione Orestiadi di Gibellina, Case Di Lorenzo, 1-5 settembre 1993

Totò e Vicé, quadri d’universo
di Viviana Raciti
Totò e Vicé è il risultato dell’assemblaggio di selezioni tratte da più testi, raccolti tra il 1993 e probabilmente  non oltre il 1995; di questi, siamo riusciti a risalire ai seguenti titoli attraverso la consultazione dell’archivio nel quale si trovano raccolti come testi a sé: Totò e Vicé, 1993, (il debutto è alle Orestiadi di Gibellina nello stesso anno); Totò e Vicé e l’angelo delle lanterne, 1994, (messo in scena in forma distinta dal precedente, presentato con questo titolo sempre durante le Orestiadi), Totò e Vicé sono in realtà… due lucciole, 1995,  Sono Totò e Vicé due pupi di zucchero, s.d., Mastra e bambina, s.d. (questi ultimi tre mai rappresentati in forma distinta). Del testo finora sono state pubblicate due edizioni, di cui l’ultima, pur essendo postuma, ha ricevuto il benestare dell’autore e presenta riduzioni e variazioni sia nell’esposizione sia nella collocazione di alcune scene. In questa sede, tuttavia, si è scelto di analizzare la prima edizione del 2003, la quale sembra riportare con maggiore fedeltà la scrittura dell’autore relativa al periodo di ideazione, mentre la seconda edizione sceglie di semplificare l’impostazione di alcuni quadri, dal punto di vista grafico, dall’uso poetico delle ripetizioni non sempre rispettate e nella trasposizione di alcuni termini (come ad esempio il “pupiddhu” presente nella versione 2003 nell’edizione 2014 perde l’aspirazione dell’acca e diviene “pupiddu”). Continua a leggere…

Facebooktwittergoogle_plus
LOCANDINA
Totò e Vicé,
rappresentato per la prima volta alla XII edizione delle Orestiadi di Gibellina, Case Di Lorenzo, 1-5 settembre 1993.
Franco Scaldati. Totò e Vicè. 1993. Locandina della prima alle Orestiadi di Gibellina, XII edizione.
TESTO VERBALE
Franco Scaldati, Totò e Vicé, estratto. I e II parte [pp. 19-63], in V. Valentini, A. Di Salvo (a cura di), F. Scaldati, Totò e Vicé, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2003.
Totò e Vicé
Foto di Rita Cricciho
VIDEO
Sequenze da Totò e Vicé, 1993
Orestiadi di Gibellina
RECENSIONI
Renato Tomasino, Angeli folli e sognatori, «Giornale di Sicilia», 3 settembre 1993
Roberto Giambrone, Le altre voci di Totò e Vicé, «il Manifesto», 3 settembre 1993
Elio D'Amico, Franco Scaldati nella veste di attore e autore alle Orestiadi con il dialogo metafisico e irreale di Totò e VIcé, «la Sicilia», 5 settembre 1993
Stefania Chinzari, Voci e canti color nostalgia per Gibellina, «l'Unità», 20 settembre 1993
Franco Quadri, Totò e Vicé uomini fatti di molliche di pane, «la Repubblica», 5 settembre 1994
SCRITTI CRITICI
Valentina Valentini, Introduzione. Totò e Vicé: coincidentia oppositorum, in V. Valentini, A. Di Salvo (a cura di), F. Scaldati, Totò e Vicé, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2003.
Valentina Valentini, L'ombra chiara dell'uomo. Conversazione con Franco Scaldati, in V. Valentini, A. Di Salvo (a cura di), F. Scaldati, Totò e Vicé, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2003.
Note ai documenti presentati, a cura di Viviana Raciti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.